Tetrax tetrax, l'otarda minore.


Ombre lunghe, il grano appena mietuto lascia i terreni ispidi al pascolo delle greggi. Un cane di razza maremmana sorveglia le pecore brucare l'erba già secca, in lontananza i rintocchi a festa di una campana mi ricordano che  la festa di San Pietro Apostolo è giunta.

Come ogni sera, da ormai sei settimane, mi ritrovo a vagare per il Campidano in cerca di una specie caratteristica di questi luoghi: “sa pudda campidanesa” Tetrx tertax è il suo nome scientifico, in volagare la gallina prataiola.

La gallina prataiola è un animale che la Lista Rossa comprende tra quelle in pericolo di estinzione in tutto il mondo; il suo habitat, le immense pianure Europee ed Asiatiche, oggi fortemente antropizzate da un'agricoltura intensiva e dalla presenza di grandi arterie stradali, non sono più un luogo sicuro dove stare. In Europa questo splendido volatile si può osservare in Spagna e Francia. In Italia, scomparsa ormai dalla Puglia, la si può vedere  solo in Sardegna, dove è stanziale.

Per il naturalista, quindi,  poter ammirare i salti dei maschi nel rituale di corteggiamento  è un vero e proprio privilegio, un autentico spettacolo della natura.

Chissà che in un futuro non troppo lontano, con il passaggio ad un'agricoltura sostenibile, questa piccola otarda, non torni, con i suoi salti, a dare il benvenuto alle sere d'estate nella campagna sarda.da